Utilizzo Del Modello Di Credenza Sulla Salute Per Pianificare Un Intervento Basato Sulla Comunità

Aggiornamento: 12 mar


Tutti gli adolescenti meritano uguale accessibilità e istruzione sull'uso del preservativo, come misura preventiva della gravidanza adolescenziale, ma non è sempre così, specialmente nell'East Harlem, dove il tasso di natalità degli adolescenti è il doppio della media di Manhattan.


Comprendere i bisogni della comunità su cui stiamo progettando di implementare un intervento, ci aiuta a capire quali sono i diversi livelli del problema come SES, istruzione, alfabetizzazione sanitaria e l'ambito dell'accessibilità alle risorse disponibili. Vorrei confrontare il mio focus group scelto (ragazze adolescenti afroamericane e ispaniche di età compresa tra 15 e 19 anni che frequentano le scuole superiori pubbliche situate a East Harlem), con un sottogruppo di ragazze adolescenti afroamericane e ispaniche di età compresa tra 15 e 19 anni che frequentano le Public High Schools nell'intero distretto di Manhattan.

Esistono una serie di buoni modelli di pianificazione finalizzati al cambiamento del comportamento, che aiutano a comprendere i fattori contestuali e di fondo che stanno dietro l'implementazione efficiente di interventi volti al cambiamento del comportamento, rendendoli completi e applicabili a livello di comunità.


Il modello Health Belief può essere applicato per identificare e mobilitare gli individui in focus group, sottogruppi e comunità per sviluppare e mantenere i risultati di salute desiderati. Questo modello pone l'accento sui processi decisionali autonomi dell'individuo, specialmente quando è esposto a informazioni riconoscibili/comprensibili, accessibilità alle risorse, accessibilità a test diagnostici/trattamenti medici e apprendimento dei vantaggi a breve termine rispetto a quelli a lungo termine di il cambiamento di comportamento desiderato.


Nella prima fase del modello di credenza sulla salute, "Suscettibilità percepita", esporremmo agli adolescenti statistiche allarmanti dietro l'epidemia di HIV e malattie sessualmente trasmissibili (tramite video, siti web di scuole online, letture/articoli assegnati, seminari sulla salute riproduttiva e sull'educazione sessuale tenuti a scuola) che non usano il preservativo. Incorporerei anche informazioni pertinenti come la creazione di annunci per prevenire gravidanze indesiderate adolescenziali in queste "aree" del liceo in cui gli studenti si soffermano e socializzano. Ciò significa rendere visibili gli annunci nella comunità scolastica dello studente (ad esempio: annunci nelle newsletter/bollettini per gli studenti, infermeria, uffici principali, corridoi, edifici per la vita degli studenti. programmi/club del doposcuola, lettere inviate a casa dal preside/insegnanti, centri di 'Student Life' accessibile agli studenti e ai loro coetanei).


La seconda fase del modello Health Belief è "Perceive Severity" in cui esaminiamo le sfide affrontate quando si affrontano le conseguenze di una gravidanza indesiderata dovuta alla mancanza di un uso e una manutenzione adeguati del preservativo, con gli studenti delle scuole superiori. Dovremmo anche fornire una spiegazione dei vantaggi dell'uso del preservativo rivolto agli studenti che partecipano a seminari/classi sulla salute sessuale in cui viene insegnato l'uso del preservativo e i preservativi sono distribuiti gratuitamente al pubblico (programmi di doposcuola, centri comunitari, fiere di strada della salute della comunità, scuole comunitarie) insieme al sociale campagne mediatiche e gruppi di supporto della comunità online.

Durante la terza fase del modello Health Belief, "Benefici percepiti dell'azione", forniamo una spiegazione dei benefici dell'uso del preservativo, rivolta agli studenti. Fornire un'accessibilità discreta ai preservativi gratuiti (es: un barattolo di preservativi all'interno dei bagni scolastici, spogliatoi, biblioteche scolastiche e infermiere) e offrire incentivi piccoli ed economici per il ritiro dei preservativi come la distribuzione di cibo caldo, sacchetti discreti realizzati per i preservativi, piccoli portachiavi, adesivi e/o piccoli diari possono funzionare per aumentare il numero di persone che si recano in queste aree; dove viene insegnato l'uso del preservativo e i preservativi sono distribuiti gratuitamente al pubblico.


"Barriere percepite all'azione" è la quarta fase del modello Health Belief, in cui gli studenti verrebbero istruiti su come attrezzare, mantenere e conservare correttamente i preservativi in ​​modo facilmente accessibile ma discreto in modo che rimangano pronti per l'uso (es: conservare i preservativi nelle borse , borse da lavoro, borse da palestra, zaini per la scuola e pochette per preservativi). Andremmo oltre e dimostreremmo quale corretta manutenzione e equipaggiamento dei preservativi (avere i preservativi a portata di mano, essere stati adeguatamente mantenuti, conservati e pronti per l'uso). La manutenzione dei preservativi compreso il controllo della data di scadenza del preservativo, piccoli fori o fori nel preservativo, assicurandosi che la dimensione del preservativo sia corretta, conoscere le opzioni di preservativo disponibili al posto di una reazione allergica e ricostituire la "scorta" di preservativi in ​​un modo tempestivo in modo da non rimanere mai senza. Il gioco di ruolo durante i seminari e le lezioni sulla salute sessuale può rivelarsi utile quando si preparano gli studenti a situazioni in cui la misura preventiva da adottare (uso del preservativo), si verifica e viene quindi adottata correttamente (utilizzata). Le sfide che possono sorgere includono la considerazione del fatto che i gruppi conservatori e alcune organizzazioni politiche in alcune parti degli Stati Uniti hanno speso notevoli energie per bloccare l'educazione sanitaria completa nelle scuole e sostenere l'educazione sessuale basata esclusivamente sull'astinenza.5 Molti stati hanno anche registrato un aumento delle gravidanze adolescenziali. dopo aver messo in atto curricula di sola astinenza e in seguito ha iniziato a riconsiderare l'approccio. I programmi di istruzione scolastica che rendono disponibili i preservativi segnalano un minor numero di studenti che hanno rapporti sessuali e un livello più elevato di pratiche di sesso sicuro tra gli studenti che fanno sesso.


Nel tentativo di garantire che i nostri interventi non siano percepiti come imponenti o forzati sui nostri partecipanti, utilizzeremmo anche sondaggi di base e condurremo interviste semi-strutturate con i genitori/tutori legali degli studenti e forniremo loro la possibilità di consentire allo studente partecipanti a essere esposti o meno a questo intervento. È importante raccogliere e sostenere un ambiente di comunicazione coerente, sicuro e trasparente tra i nostri partecipanti, i loro tutori legali e i membri della facoltà che lavorano nelle scuole superiori pubbliche di East Harlem (insegnanti di classe, infermieri, consulenti, colleghi). Il rispetto per i diritti dei pazienti e comunicazioni più partecipative e incentrate sul paziente possono portare a migliori risultati di salute (Arora, 2003; Epstein & Street, 2007). Quindi condurremmo interviste semi-strutturate con gli studenti che frequentano le scuole superiori pubbliche di East Harlem, per raccogliere informazioni su chi si identifica come ragazze adolescenti afroamericane o ispaniche (tra i 15 e i 19 anni) e che vivono a East Harlem per si riuniscono come risorsa primaria, per guidare l'intervento sulla gravidanza adolescenziale non intenzionale e l'uso del preservativo tra le adolescenti afroamericane e ispaniche di età compresa tra 15 e 19 anni, che frequentano le scuole superiori pubbliche situate a East Harlem.


La fase successiva del modello Health Belief, "Cues to Action", prevede che gli studenti creino campagne tra pari che promuovono i vantaggi dell'uso del preservativo quando si tratta di prevenire gravidanze indesiderate e le pubblichino su siti Web scolastici, newsletter scolastiche, bollettini scolastici, supporto online gruppi e nelle aree scolastiche (aree sociali, biblioteca, infermeria, ufficio generale, cortile della scuola e bagni). L'ultima fase del modello Health Belief, "Self-Efficacy", sostiene principalmente l'autonomia degli studenti di rimanere impegnati nell'uso del preservativo quando si impegnano in incontri sessuali sapendo dove e come ricostituire la loro scorta di preservativo, sapendo dove e come controllare per la data di scadenza dei preservativi, sapere dove e come conservare i preservativi in ​​modo facilmente accessibile ma discreto come borse, borse da lavoro, borse da palestra, zaini da scuola e controllare eventuali forature o strappi sul preservativo.


Le minoranze etniche e le persone in povertà subiscono ancora un onere sproporzionato di malattie e disabilità prevenibili e persiste il divario tra gruppi svantaggiati e benestanti nell'uso dei servizi di prevenzione. I programmi di istruzione scolastica che rendono disponibili i preservativi segnalano un minor numero di studenti che hanno rapporti sessuali e un livello più elevato di pratiche di sesso sicuro tra gli studenti che fanno sesso. L'intervento comportamentale menzionato in questo documento sarebbe considerato efficace in termini di costi e può portare alla disponibilità universale e allo stesso modo all'accessibilità (tra i gruppi razziali e socioeconomici di East Harlem e a Manhattan) di preservativi e l'uso del preservativo come misura preventiva per prevenire gravidanze indesiderate adolescenziali .


Risorse:

1. Manhattan Community District 11: EAST HARLEM. (n.d.). Retrieved from https://www1.nyc.gov/assets/doh/downloads/pdf/data/2015chp-mn11.pdf

2. Glanz, K., Rimer, B. K., & Viswanath, K. Health Behavior and Health Education: Theory, Research, and Practice. 5th Edition. Wiley/Jossey-Bass, San Francisco, CA.

3. Number and percent of unintended pregnancies among live ... (n.d.). Retrieved from https://www1.nyc.gov/assets/doh/downloads/pdf/ms/PRAMSunintended-2010.pdf

4. Markt, S. C., Nuttall, E., Turman, C., Sinnott, J., Rimm, E. B., Ecsedy, E., … Mucci, L. A. (2016). Sniffing out significant “Pee values”: genome wide association study of asparagus anosmia. Bmj, i6071. doi: 10.1136/bmj.i6071

5. Simon & Schuster. (2011). Our bodies, ourselves. New York.

6. Glanz K, Rimer BK, Viswanath K, eds. Health Behavior: Theory, Research, and Practice. Fifth edition. San Francisco, CA: Jossey-Bass & Pfeiffer Imprints, Wiley; 2015.