• Wandeth Gonzo

La storia della Sanità Pubblica


L'uso della quarantena come misura di salute pubblica risale al XIV secolo quando la peste nera devastò l'Italia e il resto d'Europa. Quarantena deriva dall'italiano "quarantena", che significa periodo di quaranta giorni. I viaggiatori e le merci che erano stati potenzialmente esposti a malattie sono stati isolati per un periodo di tempo per assicurarsi che non fossero infetti. Alcune città e paesi avrebbero creato un "cordone sanitario", una barriera fisica che poteva essere attraversata solo con il permesso. Questa pratica persistette fino alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo.


Il pensiero sistematico su come stabilire i determinanti della salute e della malattia non è stato inventato improvvisamente da un singolo individuo. Si è evoluto nel corso dei secoli. Si possono vedere scintille di intuizione a intermittenza nel tempo. Nel 1700 e 1800 si possono vedere tentativi di esaminare in modo sistematico le cause delle malattie e l'efficacia della prevenzione e del trattamento.


Girolamo Fracastoro (1546): Girolamo Fracastoro (mostrato sotto) era un medico, poeta, astronomo e geologo italiano, che scrisse di "semi di malattie" trasportati dal vento o dal contatto diretto. In sostanza, stava proponendo la teoria dei germi della malattia più di 300 anni prima della sua articolazione formale da parte di Louis Pasteur e Robert Koch.L'uso della quarantena come misura di salute pubblica risale al XIV secolo quando la peste nera devastò l'Italia e il resto d'Europa. Quarantena deriva dall'italiano "quarantena", che significa periodo di quaranta giorni. I viaggiatori e le merci che erano stati potenzialmente esposti a malattie sono stati isolati per un periodo di tempo per assicurarsi che non fossero infetti. Alcune città e paesi avrebbero creato un "cordone sanitario", una barriera fisica che poteva essere attraversata solo con il permesso. Questa pratica persistette fino alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo.


Il pensiero sistematico su come stabilire i determinanti della salute e della malattia non è stato inventato improvvisamente da un singolo individuo. Si è evoluto nel corso dei secoli. Si possono vedere scintille di intuizione a intermittenza nel tempo. Nel 1700 e 1800 si possono vedere tentativi di esaminare in modo sistematico le cause delle malattie e l'efficacia della prevenzione e del trattamento.


Girolamo Fracastoro (1546): Girolamo Fracastoro (mostrato sotto) era un medico, poeta, astronomo e geologo italiano, che scrisse di "semi di malattie" trasportati dal vento o dal contatto diretto. In sostanza, stava proponendo la teoria dei germi della malattia più di 300 anni prima della sua articolazione formale da parte di Louis Pasteur e Robert Koch.


Nel 1546 Fracastoro espose il suo concetto di malattie epidemiche in "De contagione et contagiosis morbis" e ipotizzò che ogni malattia fosse causata da un diverso tipo di "seme" che si moltiplicava rapidamente e che questi potessero essere trasmessi per contatto diretto, attraverso l'aria, o su indumenti e biancheria contaminati. Una simile speculazione era stata menzionata come una possibile causa di malattia dallo studioso romano Marco Varrone nel I secolo a.C.

Un tempo si credeva che le forme di vita potessero nascere spontaneamente. I vermi, i vermi e la crescita batterica e fungina possono essere trovati "derivanti" dal cibo lasciato in piedi. Francesco Redi è stato un medico, naturalista, biologo e poeta italiano. Viene definito il "fondatore della biologia sperimentale" e il "padre della moderna parassitologia". Fu il primo a sfidare la teoria della generazione spontanea dimostrando che i vermi provengono da uova di mosche. Nel 1699 Francesco Redi fece bollire il brodo e lo sigillò; non si è verificata alcuna crescita, suggerendo che Fracastoro avesse ragione.


A partire dal 1592 circa i cancellieri parrocchiali di Londra iniziarono a registrare i decessi. Nel 1662 John Graunt, un membro fondatore della Royal Society of London, riassunse i dati di questi "Bills of Mortality" in una pubblicazione intitolata "Natural and Political Observations Mentioned in a Following Index, and Made Upon the Bills of Mortality". Graunt analizzò ampiamente i dati e fece una serie di osservazioni riguardanti le cause comuni di morte, i tassi di mortalità più elevati negli uomini, la variazione stagionale dei tassi di mortalità e il fatto che alcune malattie avevano tassi di mortalità relativamente costanti, mentre altre variavano considerevolmente. Graunt ha anche stimato la popolazione dimensioni e tassi di crescita della popolazione, ed è stato il primo a costruire una "tavola di vita" per affrontare il problema della sopravvivenza dal momento della nascita.


Anton van Leeuwenhouk (1670): i risultati di Van Leeuwenhouk furono preceduti da quelli di Robert Hooke, che aveva pubblicato "Micrographia" nel 1665. Hooke ideò un microscopio composto e lo usò per esaminare e descrivere la struttura della natura a livello microscopico, compresi gli insetti , piume e piante. In effetti, fu Hooke a scoprire le cellule vegetali e a coniare il termine "cellule".


Anton van Leeuwenhoek dell'Olanda era "il padre della microscopia". Iniziò come apprendista in un negozio di merci secche dove venivano utilizzate lenti d'ingrandimento per controllare la qualità dei tessuti. Van Leeuwenhoek rimase affascinato dalle lenti e sperimentò nuovi metodi per levigare e lucidare lenti più potenti.


È stato in grado di ottenere ingrandimenti fino a 270x diametri. Li ha usati per creare i primi utili microscopi. Usando le sue invenzioni, fu il primo a vedere batteri (1674), lievito, protozoi, spermatozoi e globuli rossi.

John Pringle e "Jail Fever" (1740): John Pringle era uno scozzese che prestò servizio come medico generale delle forze britanniche durante la guerra di successione austriaca (1740–48). A Londra divenne medico del duca di Cumberland e di re Giorgio III. Pringle pubblicò "Osservazioni sulle malattie dell'esercito" nel 1752, in cui proponeva una serie di misure volte a migliorare la salute dei soldati, inclusi miglioramenti nella ventilazione degli ospedali e nell'igiene del campo, drenaggio adeguato, latrine adeguate ed evitare le paludi.


Scrisse a caro prezzo sull'importanza dell'igiene per prevenire il tifo o "febbre da carcerazione", che era una malattia comune tra i soldati e i prigionieri nelle carceri. Pringle credeva erroneamente che il tifo fosse causato dalla sporcizia. Infatti, è causato da un piccolo batterio (una rickettsia). I pidocchi sono vettori della malattia; quando i pidocchi infetti defecano sulla pelle di soldati o prigionieri infestati da pidocchi, i batteri possono entrare attraverso piccoli graffi o abrasioni sulla pelle. I batteri poi si moltiplicano e provocano una grave malattia febbrile che è spesso fatale se non trattata. Pringle ha anche coniato il termine "influenza".


Francois Broussais era un importante medico parigino e un forte sostenitore del salasso con le sanguisughe. Ha usato il salasso per curare molte malattie, incluso il colera. Si ritiene che il suo uso vigoroso del salasso per curare le vittime di un'epidemia di colera a Parigi abbia contribuito in modo sostanziale al tasso di mortalità.


Pierre Louis era un contemporaneo di Broussais che credeva nell'uso di metodi numerici per valutare il trattamento. Louis studiò il salasso e lo trovò inefficace, ma molti respinsero le sue conclusioni. Il salasso era una terapia praticata da secoli, sebbene non fosse mai stata testata per l'efficacia. Era diventato radicato nella pratica medica.


Per molti aspetti, la salute pubblica come la pensiamo oggi (cioè in funzione del buon governo) ha preso forma a Londra e Parigi sulla scia delle devastanti conseguenze sulla salute della rivoluzione industriale. Tuttavia, le circostanze che hanno spinto lo sviluppo della salute pubblica come disciplina sono più complesse con molti fattori che contribuiscono. In primo luogo, c'era la nozione dell'importanza della monarchia e del potere dello stato. L'influenza e il potere dello stato potrebbero essere valutati in molti modi, inclusi il commercio e il commercio, ma anche in base alle dimensioni della popolazione e alla salute e forma fisica della popolazione attiva.


Questa nozione rozza ha reso il lavoro di John Graunt piuttosto avvincente e l'importanza attribuita alla "numerazione delle persone" è cresciuta. Non sorprende che l'ufficio del registro generale sia stato istituito nel 1837 per registrare la registrazione obbligatoria di nascite, decessi e matrimoni in Inghilterra e Galles. Il dottor William Farr (sotto) è stato nominato capo statistico; Farr si era formato alla Royal Academy of Medicine di Parigi. La Segreteria Generale ha stabilito l'importanza della sorveglianza rispetto alla salute.


Un secondo fattore fu l'emergere dell'Illuminismo nel XVIII secolo, che abbracciava la democrazia, la cittadinanza, la ragione, la razionalità e il valore sociale dell'intelligenza (il valore della raccolta di informazioni). Queste idee hanno fornito importanti basi per la salute pubblica. All'inizio del 1800, Jeremy Bentham ei suoi discepoli (i radicali teorici) svilupparono la filosofia dell'utilitarismo che forniva una base teorica per la politica sanitaria e le politiche sociali più ampie. Un tema era che la riduzione della mortalità e il miglioramento della salute avevano un valore economico per la società. I lavoratori sani erano più in grado di contribuire all'economia dello stato. Implicita nell'utilitarismo era l'idea che si potesse misurare il "male" in base al grado di miseria creata (o alleviata) da un'azione particolare. Per Bentham il benessere sia dei ricchi che dei poveri potrebbe essere raggiunto nel modo più efficiente con un buon governo.


Ancora un altro fattore è stato il riconoscimento che la cattiva salute era un peso che gravava in modo sproporzionato sui poveri. Villerme, un medico a Parigi, aveva notato che i tassi di mortalità variavano ampiamente tra i distretti (arrondissement) di Parigi. Ha cercato di correlare la mortalità con la distanza dell'arrondissement dalla Senna, il rapporto delle strade con i venti prevalenti, la fonte d'acqua dell'arrondissement e fattori climatologici locali come il tipo di suolo, l'esposizione al sole, l'altitudine e l'inclinazione del arrondissement. Nessuna di queste cose era correlata. Tuttavia, quando ha utilizzato le aliquote fiscali come indicatore di ricchezza, Villerme ha trovato una sorprendente correlazione con le aliquote di mortalità.


Nel 1842 Sir Edwin Chadwick, un riformatore sociale, pubblicò un rapporto intitolato "Rapporto sulle condizioni sanitarie della popolazione attiva della Gran Bretagna" dimostrando che l'aspettativa di vita era molto più bassa nelle città che nelle campagne.


Chadwick ha sostenuto che era possibile per il governo migliorare la vita delle persone attraverso le riforme; credeva che una popolazione più sana sarebbe stata in grado di lavorare di più e sarebbe costata meno da mantenere. Ha concluso che ciò che era veramente necessario non erano più medici, ma ingegneri civili per fornire il drenaggio delle strade e per escogitare modi più efficienti per fornire acqua pulita e rimuovere le acque reflue e altre sostanze nocive. Questi sviluppi sociali, economici, politici e filosofici hanno tutti contribuito all'idea emergente che la salute pubblica fosse un legittimo interesse del governo.


È interessante notare che molti dei fautori dell'"Idea sanitaria", incluso Edwin Chadwick (mostrato a destra), erano "miasmatici" che si aggrappavano alla convinzione che la malattia fosse causata dall'inalazione di vapori disgustosi. Poiché le acque reflue e immondizia avevano un cattivo odore, erano associate a malattie, quindi i miasmatici hanno spinto a ripulire l'ambiente. E nonostante il fatto che la loro convinzione nei miasmi si sarebbe rivelata errata, il risultato finale è stato che molte delle fonti di malattie infettive sono state rimosse. Chadwick è stato determinante nella creazione di un'amministrazione centrale della sanità pubblica che ha aperto la strada al drenaggio, alle fogne, allo smaltimento dei rifiuti, alla regolamentazione degli alloggi e ai regolamenti relativi ai fastidi e ai traffici offensivi. Questa "idea sanitaria" ha portato a notevoli miglioramenti nella salute e nel benessere, come illustrato nel grafico sottostante, che mostra un notevole calo della mortalità per tubercolosi dalla metà del XIX secolo fino alla metà del XX secolo.

Il rapporto di Chadwick ha fornito slancio per la creazione di una serie di società e gruppi di pressione composti da politici, funzionari pubblici e riformatori sociali hanno esercitato pressioni sul parlamento. Tra gli altri, questi includevano:


  • L'Associazione Salute delle Città, 1844

  • L'Associazione Metropolitana per il Miglioramento delle Abitazioni delle Classi Industriali

  • L'Associazione per il miglioramento della pulizia tra i poveri e altri.


Grazie ai loro sforzi è stata approvata una legislazione fondamentale, tra cui:


  • 1846 Viene approvato il Nuisances Removal Act, che conferisce ai giudici locali il potere di perseguire e multare i proprietari per le infrazioni relative ai servizi igienico-sanitari (abitazioni scadenti, immondizia, pozzi neri e scarichi difettosi).

  • 1848 Il Public Health Act creò a Londra un General Board of Health che potrebbe dirigere le località a creare comitati locali autorizzati ad affrontare la sporcizia ambientale.

  • Negli anni '50 dell'Ottocento fu costituita la Società Epidemiologica di Londra, composta da medici locali, ex comandanti militari e funzionari pubblici che presentavano documenti relativi a problemi di salute pubblica.

  • 1853: John Snow presenta "La mortalità comparativa delle grandi città e dei distretti rurali e le cause da cui è influenzata". Questa intersezione di statistica, filosofia ed economia ha innescato una nuova agenda per la riforma sociale.

Questi sforzi hanno avuto un impatto enorme. Il grafico seguente mostra il notevole calo della mortalità per tubercolosi nel Regno Unito dal 1850 al 1960. Si ritiene che il notevole calo della mortalità per tubercolosi e altre malattie infettive sia stato il risultato dei numerosi miglioramenti ambientali avvenuti a seguito del attuazione dell'"Idea Sanitaria". Si noti il ​​temporaneo aumento dei tassi di mortalità per tubercolosi durante la prima e la seconda guerra mondiale, quando l'alimentazione soffriva e molti furono costretti a vivere in ambienti angusti e scarsamente ventilati.


Louis Pasteur (fine 1800): Louis Pasteur era un biologo e chimico francese che diede enormi contributi alla teoria dei germi, alla prevenzione del deterioramento degli alimenti e al controllo delle malattie. Nel 1853 Pasteur iniziò a studiare la fermentazione nel vino e nella birra e concluse rapidamente che i microrganismi erano responsabili. Ha anche scoperto che i microbi nel latte possono essere uccisi riscaldando a circa 130 gradi Fahrenheit, un processo che ora è noto come "pastorizzazione". Ha scoperto che alcuni microrganismi richiedono ossigeno (organismi aerobici), mentre altri si riproducono in assenza di ossigeno (anaerobici).


Pasteur ha aperto la strada all'idea di generare artificialmente microrganismi indeboliti come vaccini. Il lavoro di Edward Jenner aveva dimostrato il principio con il vaiolo bovino presente in natura, che potrebbe essere utilizzato per vaccinare contro il vaiolo. Pasteur è stato in grado di indebolire artificialmente ceppi di antrace e colera per generare vaccini. Fu, infatti, Pasteur a coniare il termine 'vaccino' in onore della scoperta di Jenner. Pasteur ha sviluppato vaccini contro l'antrace negli ovini e il colera nei polli. Nel 1885 sviluppò un vaccino contro la rabbia coltivandolo nei conigli e poi asciugando il tessuto nervoso che era stato infettato dal virus. Questo vaccino è stato utilizzato con successo per salvare la vita di un ragazzo che era stato morso da un cane rabbioso.


Gli eventi negli Stati Uniti sono stati paralleli a quelli nel Regno Unito. Anche gli Stati Uniti hanno subito una rapida transizione da una società agricola e rurale a una società intensamente urbana e industriale. Invenzioni come la sgranatrice di cotone che promuovevano la produzione agricola, ma diminuivano anche il bisogno di lavoratori agricoli, portando molti a lavorare nelle città. La crescita economica e le invenzioni hanno generato fabbriche e stabilimenti tessili nelle città degli Stati Uniti.


Risorse:

1. Centers for Disease Control and Prevention History

2. Core Functions of Public Health

3. Public Health Museum in Massachusetts

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti