Cos'è La Malattia Di Herpes Zoster?

Aggiornamento: 19 mar


Cosa sono le Herpes Zoster?

Puoi pensare al fuoco di Sant'Antonio come a uno-due di infezioni. Chiunque lo ottenga ha avuto prima un caso di varicella, spesso decenni prima.


Queste due condizioni provengono dallo stesso virus, chiamato Varicella Zoster.


La varicella provoca vesciche pruriginose che potrebbero iniziare sulla schiena, sul petto e sul viso e diffondersi al resto del corpo. L'herpes zoster è un'eruzione cutanea con dolore lancinante. Di solito si presenta su un lato del tuo corpo.


L'eruzione cutanea si trasforma in vesciche rosse e piene di liquido. Di solito si seccano e si incrostano entro 7-10 giorni.


I primi segni di fuoco di Sant'Antonio includono:


- Linfonodi ingrossati

- Febbre, brividi e mal di testa

- Prurito

- Punti in rilievo sulla pelle e arrossamento in quella zona

- Dolore lancinante o lancinante

- Sensazione di formicolio o bruciore dentro o sotto la pelle

- Mal di stomaco


Chiama rapidamente il tuo medico se hai uno di questi segni. Non esiste una cura per l'herpes zoster. Ma il trattamento può ridurre la possibilità di complicazioni, incluso il dolore che persiste dopo la scomparsa dell'eruzione cutanea, chiamato nevralgia posterpetica.


Quali sono le cause dell'herpes zoster?

Quando il virus della varicella zoster entra nel tuo corpo, il primo problema che provoca è la varicella. Potresti pensarla come una malattia infantile, ma anche gli adulti possono prenderla.


Dopo che la varicella ha fatto il suo corso, il virus si sposta nei tessuti nervosi vicino al midollo spinale e al cervello, dove rimane.


Non sappiamo perché, ma a volte, anni dopo, il virus si "sveglia" e viaggia lungo le fibre nervose fino alla pelle. È allora che ottiene il suo secondo pugno: l'herpes zoster, chiamato anche herpes zoster.


Quali sono i fattori di rischio per l'herpes zoster?

Un sistema immunitario indebolito potrebbe risvegliare il virus. Dopo aver avuto la varicella, è più probabile che tu abbia l'herpes zoster se:

- Hanno 50 anni o più

- Sono molto stressato

- Hai il cancro, l'HIV o un'altra malattia che abbassa le difese del tuo corpo

- Ha subito gravi lesioni fisiche

- Prendi steroidi a lungo termine o altri medicinali che possono indebolire il tuo sistema immunitario


Ma molte persone che ottengono l'herpes zoster non rientrano in nessuna di queste categorie. L'herpes zoster può avere complicazioni che durano a lungo dopo la scomparsa dell'eruzione cutanea, tra cui:


- Infiammazione cerebrale o paralisi facciale se colpisce alcuni nervi

- Problemi agli occhi e perdita della vista se l'eruzione cutanea era dentro o intorno all'occhio

- Dolore che dura a lungo dopo lo scoppio, chiamato nevralgia posterpetica. Colpisce fino a 1 persona su 5 che ha l'herpes zoster.


L'herpes zoster è contagioso?

Sì. Puoi diffondere il virus della varicella zoster a persone che non hanno mai avuto la varicella e non sono state vaccinate.


Sei contagioso fino a quando tutte le piaghe non si sono incrostate. Fino ad allora, evita le donne in gravidanza che potrebbero non aver avuto la varicella o il vaccino, le persone con un sistema immunitario debole e i neonati.


Vaccino contro l'herpes zoster:

La FDA ha il vaccino Shingrix ed è considerato efficace per oltre il 90%. Il CDC raccomanda due dosi di Shingrix per la prevenzione del fuoco di Sant'Antonio e delle sue complicanze negli adulti sani di età pari o superiore a 0 anni, nonché in quelli di età pari o superiore a 19 anni che sono o saranno immunodeficienti o immunosoppressi a causa di malattie o terapie. Lo ottieni anche se hai già avuto l'herpes zoster. Dovresti anche ottenerlo anche se avevi già il precedente vaccino Zostavax, che è stato rimosso dal mercato nel 2020.


Diagnosi dell'herpes zoster:

Il medico può diagnosticare l'herpes zoster chiedendo informazioni sulla tua storia medica e sui sintomi e facendo un esame fisico. Possono anche testare piccole quantità di materiale dalle vesciche.


Trattamento per l'herpes zoster:

I farmaci antivirali possono aiutarti a guarire più velocemente e ridurre il rischio di complicazioni. Sono più efficaci se li prendi entro 3 giorni dall'inizio di un'eruzione cutanea, quindi consulta il medico il prima possibile. Probabilmente otterrai uno di questi tre farmaci per combattere il virus:


- Aciclovir (Zovirax)

- Famciclovir (Famvir)

- Valaciclovir (Valtrex)


I trattamenti per il dolore da fuoco di Sant'Antonio possono includere:


- Medicinali anticonvulsivanti come gabapentin (Neurontin)

- Antidepressivi come l'amitriptilina

- Bagni di farina d'avena colloidale

- Impacchi freddi

- Lozione medicata

- Farmaci paralizzanti come la lidocaina

- Farmaci da banco come paracetamolo o ibuprofene

- Antidolorifici da prescrizione come la codeina


La maggior parte delle persone che si ammalano di fuoco di Sant'Antonio ce l'hanno solo una volta. Ma può ripresentarsi, di solito nelle persone con un sistema immunitario indebolito.