Alfabetizzazione Sanitaria

Aggiornamento: 12 mar


Come studente laureato in sanità pubblica, ho letto molte recensioni di letteratura e articoli di ricerca che derivano da iniziative di assistenza sanitaria globale volte a superare le barriere della salute, migliorare i risultati sanitari a livello globale, un sistema internazionale che misura la salute generale tramite indicatori fondamentali di individuo salute, alfabetizzazione sanitaria, comunicazione sanitaria, un sistema internazionale di conservazione dei dati sanitari (banche dati internazionali), tecnologie innovative e sforzi globali (attraverso obiettivi sanitari internazionali a breve e lungo termine) che mirano a migliorare la salute della popolazione. Poiché la tecnologia continua ad accelerare il progresso della salute pubblica, la valutazione di questi miglioramenti della salute ci porta a mettere in discussione i concetti fondamentali della comunicazione sanitaria e della trasmissione delle informazioni sanitarie. In un articolo, “Health Literacy: comunicazione per il bene pubblico”, mi sono posto alcune domande:

- "Come possiamo aspettarci che la salute della popolazione migliori se la popolazione con cui abbiamo a che fare non è alfabetizzata in materia di salute?"

- "Come possiamo aspettarci che gli individui diventino autonomi con la loro salute, se gli individui si affidano a un sistema sanitario frammentato che non promuove una vita sana e autonoma?"

- "Come possiamo portare la nostra lotta contro la salute della popolazione su scala globale, quando il nostro sistema sanitario (negli Stati Uniti) è un sistema multi-pagatore in competizione con diversi livelli di complessità e determinanti municipali della salute?"

-Qual è la vera definizione e significato di salute?", "Come misuriamo la competenza sanitaria e l'alfabetizzazione sanitaria di un individuo?", "Come possiamo misurare la salute di un individuo?"

Collaborare con le parti interessate partecipanti all'attuazione di qualsiasi progresso sanitario (in particolare i progressi nell'alfabetizzazione sanitaria, nella comunicazione sanitaria e nelle misurazioni della salute) è una strategia che è stata costantemente evidenziata in questo video, come una necessità quando si affrontano le sfide globali, ma il principale l'obiettivo è l'alfabetizzazione sanitaria.


Negli Stati Uniti, il livello di governo statale ha essenzialmente il maggior potere di controllare i determinanti comunali della salute tramite istituzioni pubbliche che prendono decisioni collettive. I responsabili delle politiche statali e le parti interessate dovrebbero essere consapevoli del grave impatto che l'alfabetizzazione sanitaria ha sulla comunicazione sanitaria (con l'analfabetismo sanitario che contribuisce a risultati sanitari indesiderati) e il concetto di ponte che collega la conoscenza e la pratica dell'alfabetizzazione sana, prima di assemblare risorse e politiche sanitarie che influiscono sul sociale, economico, e determinanti ambientali della salute pubblica. I dipartimenti statali, i responsabili politici e le parti interessate devono adottare l'alfabetizzazione sanitaria come concetto fondamentale di salute pubblica e incorporarla come parametro ecologico della promozione della salute (dalle istituzioni mediche alle comunicazioni sanitarie attraverso le interazioni paziente-operatore) attraverso una comunicazione efficace. Ciò può facilitare il processo di mantenimento della salute, miglioramento e convivenza con la malattia collegando la terminologia medica della prevenzione primaria, secondaria e terziaria con i determinanti della salute, ad esempio: sociali, fisici e ambientali, istruzione e reddito e fattori di vulnerabilità/rischio.

"Health Literacy: Communication for the Public Good", mette in evidenza l'alfabetizzazione sanitaria e la comunicazione sanitaria come una componente essenziale della salute pubblica, dagli interventi prossimali ai determinanti distali della salute, che alla fine derivano dalla società civile globale. L'alfabetizzazione sanitaria, definita in un 1974 è stata definita come "l'educazione sanitaria che soddisfa gli standard minimi per tutti i livelli scolastici" (Sidmonds, 1974). Recentemente, l'alfabetizzazione sanitaria è stata descritta sia come "un obiettivo che un risultato, diventando la valuta e il capitale necessari per sviluppare e sostenere la salute" (Nutbeam, 2000).

Lo sviluppo dell'alfabetizzazione sanitaria utilizzando la comunicazione strategica attraverso la ricerca formulativa è anche chiarito come la traduzione di scoperte mediche basate sull'evidenza in una società più sana. Le comunicazioni strategiche e basate sulla scienza possono far progredire le norme sociali che comprendono adeguate attività di promozione della salute, politiche, responsabilità personali, ruoli e servizi governativi e, infine, conoscenze e competenze sanitarie di base. “La comunicazione non deve perdersi nella tecnologia, significa far arrivare il messaggio giusto alle persone giuste al momento giusto, con l'effetto voluto”. In conclusione, per raggiungere l'alfabetizzazione sanitaria, i responsabili politici e i leader al di fuori del settore sanitario devono essere consapevoli degli elementi critici che contribuiscono all'analfabetismo sanitario. Inquadrare tali problemi può mobilitare forze da coloro che sono al di fuori della tradizionale politica sanitaria per sviluppare veramente la salute, influenzando in definitiva i determinanti sociali, economici e ambientali della salute.

Riferimenti:

1. Ratzan S (2001). Health Literacy: Communication for the Public Good. Health Promotion International, 16(2): 207-214. http://heapro.oxfordjournals.org/content/16/2/207.full

0 visualizzazioni0 commenti